Crea nuovo account
il punto di riferimento per le armi ad aria compressa dal gennaio 2004
PORTALE AC.ORG
· Home
· Premessa fondamentale
· Regolamento
· Netiquette
 
ARCHIVI DINAMICI
· Archivio argomenti
· Archivio articoli
 
DOCUMENTI
· Contenuti aggiuntivi
· Sondaggi
 
UTILITÀ
· Downloads
· Web Links
 
MENÙ PERSONALE
· Home
· Account personale
· Gruppi di discussione
· Messaggi privati
 
SONDAGGIO
Di solito dove conservi le tue armi?

In apposito locale blindato e chiuso
In apposito armadio blindato e chiuso
In armadio generico o ripostiglio chiuso
In armadio generico o ripostiglio aperto
Sopra un armadio
Sotto il letto
In posto nascosto al partner e/o ai figli
In vista nella mia abitazione
In vista nella mia abitazione, ma disattivate
Nella mia abitazione, dove capita o dove ho spazio
In luogo diverso dalla mia abitazione
Altro (specificare con un commento)



Risultati
Sondaggi

Voti: 2641
Commenti: 0
 
USER INFO
Benvenuto, Anonymous
Iscrizioni:
Ultime: AugustMei
Oggi: 2
Ieri: 1
Complessive: 20050

Utenti Online:
Visitatori: 188
Iscritti: 0
Totale: 188
 
MIGLIORIE AL REST ANTERIORE
Accessori

MODIFICHE AL REST DESCRITTO NELL'ARTICOLO PRECEDENTE, CHE VIENE DOTATO DELLA REGOLAZIONE FINE DELL'ALZO E DELLA DERIVA

In questo articolo illustro le modifiche fatte al rest descritto nell'articolo "REALIZZAZIONE DI UN REST ANTERIORE":
http://www.aria.compressa.org/modules.php?name=News&file=article&sid=105

Ho modificato il sistema di alzo ed aggiunto la possibilita' di regolare la deriva.

Vi devo confessare che questi lavori, per un pensionato come me danno tantissime soddisfazioni. Una volta queste cose neanche me le sognavo, ma appena diventato dipendente INPS mi sono regalato un PC portatile senza neanche sapere come si accendeva, ed un po' alla volta con l'aiuto dei figli ho incominciato a navigare; cosi che ho scoperto aria.compressa.org. La passione per le carabine la ho sin da quando ero bambino, quindi mi sono presto iscritto a questo bellissimo forum. Da quel giorno si puo' dire che la mia vita e' cambiata: non c'e' giorno che non visiti il forum; ho conosciuto tanti amici, ho visto realizzare tanti bei lavori (in particolare quelli realizzati da Antonio "Ginb" e tanti altri) e cosi' guardando tanti bei lavori realizzati con il tornio, mi sono appassionato e ne ho comprato uno. Non lo sapevo usare ma un po' alla volta qualcosa riesco a fare, come questo rest regolabile.

A) SITUAZIONE DI PARTENZA

Descrivo ora brevemente come era realizzato il meccanismo di alzo nella versione originale, di cui ho poi realizzato la modifica che descrivo in questo articolo.

Materiale utilizzato:

  • un pezzo di tubo diametro 40,2 mm e lungo 56 mm
  • 8,5 cm di barra filettata da 24, ridotta al tornio dalla parte superiore della giusta misura del foro del porta cuscino
  • due dadi da 24 ridotti col tornio della misura giusta e saldati all'interno del cilindro tramite i 6 fori fatti precedentemente sul tubo.
  • un "tubicino" con diametro interno 16,5 mm e diametro esterno 20,1 mm, lungo 19,5 mm

(1)


Sul "tubicino", ad 8 mm dal bordo, ho praticato un foro filettato M6 dove ho avvitato un bullone da 6 con dado; ho portato il dado a battuta e l'ho saldato sul tubo e rifinito; per fissare il movimento al posto del bullone ho avvitato una vite da 6 con testa a pomello:

(2)

Il tutto andra' poi saldato sulla base inferiore del porta cuscino.

Per il dado di bloccaggio ho ridotto col tornio l'altezza di un dado da 24; al centro di una delle 6 facce ho fatto un foro cieco da 5 che ho filettato M6. Il perno per il movimento e' realizzato con un tondino in acciaio inox che ho filettato da 6 e fissato con frena filetti:

(3)


Per la base ho tagliato tre pezzi di tubolare 50x20, due lunghi 13 cm e uno 23 cm; quest'ultimo l'ho tagliato a punta con angolazione 60°, saldato agli altri due e rifinito.

Al centro ho saldato il sistema di alzo descritto sopra:

(4)


Per il supporto del cuscino ho tagliato, con angolazione sul taglio di 45°, un pezzo di ferro piatto 50x6 mm lungo 14 cm, e due pezzi da 2 cm. Ho unito i 3 pezzi saldandoli come in figura, quindi ho rifinito il tutto:

(5)


Al centro della parte inferiore di questo supporto ho saldato il tubetto che avevo preparato precedentemente:

(6)


Ed ecco il risultato finale:


(7)


Ovviamente questa e' una descrizione molto succinta; rimando chi fosse interessato alla lettura completa dell'articolo citato all'inizio.

Il funzionamento e' molto semplice: per modificare l'alzo si sblocca il grosso dado di ferma agendo sulla leva, e si fissa la vite a pomello; ora girando in senso antiorario si alza il rest e viceversa in senso orario lo si abbassa; non e' il massimo pero' funziona...
Come vedete non c'e' regolazione della deriva.

Nel seguito descrivo appunto le migliorie apportate per rendere piu' funzionale il rest, in modo che sia semplice fare piccoli aggiustamenti tra un tiro e l'altro:
a) ho reso piu' semplice la modifica dell'alzo
b) ho aggiunto un sistema per la regolazione della deriva.

=======================
B) MODIFICA DEL MECCANISMO DI ALZO

Ecco come ho modificato il meccanismo di alzo.

Materiale utilizzato:
  • 50 cm di tubolare 50x20 mm
  • 10 cm di barra filettata M24
  • 1 dado M24
  • 5,3 cm di ferro tondo pieno diametro 45 mm
  • 6 bulloncini M6
  • 1 vite a pomello M6
  • 6 tappi in gomma con foro da 6 mm
  • 3 tappi in gomma 50x20
  • 3 piedini in ottone con base in gomma, con gambo filettato M10.

La base a tre gambe e' realizzata con il procedimento descritto sopra, qui metto solo un paio di immagini:

(8)



(9)


Al centro del cilindro pieno ho fatto un foro pari al diametro esterno della barra filettata da 24; sul lato del cilindro (a 14 mm dalla base superiore) ho praticato un foro da 5 che ho filettato M6, nel quale va avvitata la vite a pomello. Nella parte inferiore del cilindro con il tornio ho ridotto il diametro a 27 mm, per una profondita' di 3 mm:

(10)


Al centro della base ho fatto un foro con una fresa da 27; su ognuna delle tre estremita' ho praticato un foro con punta da 9, che ho filettato M10; qui andranno avvitati i tre piedini:

(11)


Ho poi inserito il cilindro nel foro della base (sulla faccia opposta ai tre fori M10), l'ho saldato e rifinito il tutto con il flessibile munito di disco abrasivo:

(12)


Per realizzare il perno dell'alzo ho preso la barra filettata M24 e, utilizzando una fresa da 6 mm, vi ho praticato una scanalatura profonda 7 mm e lunga 70 mm.
Per questo lavoro ho dovuto spessorare la torretta del tornio per portare al centro della fresa la barra filettata, che ho fissato alla torretta con un pinza a scatto (in mancanza della torretta apposita per fresare, ci si adatta cosi'...):

(13)



(14)



(15)


Con il tornio ho ridotto la parte superiore del perno filettato della misura giusta per il porta-cuscino:

(16)


Per realizzare la ghiera girevole per l'alzo ho ridotto a 10 mm lo spessore di un dado M24, quindi su ciascuno dei sei lati del dado ho praticato un foro cieco da 5 che ho filettato M6.
Per filettare dritto ho messo il maschio sul mandrino del trapano a colonna, e girato a mano:

(17)


Ho quindi accorciato il filetto dei sei bulloncini M6, che ho fissati al dado M24 con frenafiletti tagliandoli tutti alla stessa lunghezza:

(18)



(19)


Quindi ho assemblato il tutto:

(20)



(21)


Il funzionamento e' molto semplice: si allenta il pomello in basso per liberare il meccanismo, quindi girando la ghiera si regola l'alzo (in senso orario si alza, in senso antiorario si abbassa), e infine si blocca il tutto all'altezza voluta con il pomello.

Adesso non resta che verniciarlo e quindi inserire i tre tappi rettangolari in gomma sulle aperture del tubolare della base.

E con la collaborazione di mio nipote Francesco, qui trovate il video con il rest in funzione.




C) REGOLAZIONE DELLA DERIVA

Materiale utilizzato:
  • 45 cm di ferro piatto 43 x 4,3 mm
  • 10 cm di ferro piatto 40 x 6,3 mm
  • 25 cm di barra filettata M6
  • 75 mm di tubolare 25x25 mm, spessore 3 mm
  • 86 mm di barra filettata M24
  • 75 mm di ferro piatto 3 x 20 mm
  • 2 cm di tondino diametro 18 mm
  • 1 esagono con foro filettato M6 lungo 3 cm
  • 3 cm di tubicino cromato con foro da 6
  • 1 pomello filettato M6
  • 3 rondelle e 1 dado M6
  • 1 dado autobloccante M6.

Ecco tutte le fasi della realizzazione per il meccanismo di regolazione della deriva.

Ho tagliato 15 cm di ferro piatto 43 x 4,3 mm:


(22)



(23)


Dal ferro piatto rimasto, con un taglio verticale ho ricavato due listelli 150 x 15 mm:

(24)


Usando come sagoma il tubolare 25 x 25 (che poi servira' per il meccanismo di deriva) ho fissato i due listelli al primo pezzo formando una "U", ed ho saldato il tutto.
Nella foto vedete che avevo messo della carta per tener conto dello spessore della verniciatura, ma non serve: l'interno deve restare solo ferro lucidato.

(25)



(26)



(27)


Quindi ho tagliato in verticale 75 mm di tubolare da 25x25, ricavando un ferro ad "U" largo 25 mm ed alto 15 mm. Ho fatto due fori con punta da 6 spostati 1 cm a destra ed 1 cm a sinistra dal centro, ho posizionato al centrato l'esagono filettato (bloccandolo con due spessori in legno) e dall'esterno l'ho saldato al ferro ad "U" attraverso i due fori da 6:

(28)



(29)


Ho tagliato due pezzi di ferro piatto largo 40 x 6,3 mm ricavandone due piastrine 40 x 25 mm che ho forato al centro con punta da 6 a circa 15 mm dalla base delle piastrine.
Ho quindi inserito all'interno della "U" più grande il meccanismo di deriva e la barra filettata; ho fissato le due piastrine con due dadi controllando che tutto fosse ben assestato e senza laschi, ed ho saldato il tutto per poi rifinire con flessibile munito di disco abrasivo:

(30)



(31)



(32)



(33)


Per costruire l'attacco per il cuscino rimovibile ho tagliato 75 mm di ferro piatto 20 x 3 mm, che ho forato al centro con punta da 10:

(34)



(35)


Col tornio ho ridotto le due estremita' del tondino da 18 mm: da un lato alla misura giusta per il porta cuscino, dalla parte opposta l'ho portato a 10 mm per una profondita' di 1,5 mm per poterlo incastrare nel foro della base superiore del meccanismo scorrevole. L'ho quindi inserito nel foro da 10 del piatto 20 x 3 e saldato (dal lato che finira' all'interno); infine ho saldato il pezzo a mo' di coperchio per chiudere il tutto, ed ho rifinito l'esterno con il solito flessibile con disco abrasivo:

(36)



(37)



(38)


Per unire al meccanismo appena costruito il perno dell'alzo (cioe' la barra M24 con la scanalatura realizzata sopra; vedere foto 14-16) ho aperto al centro della base un foro con punta da 10; col tornio ho ridotto la corrispondente estremita' del perno a 10 mm per una profondita' di 1,5 mm. Ho poi inserito il perno nel foro della base e l'ho saldato dall'interno, e quindi rifinito con la solita modalita'.

(39)



(40)


L'alberino che consente di muovere la deriva lo avevo inizialmente costruito io in acciaio inox:

(41)


ma quando l'ho filettato M6 si e' irrimediabilmente piegato: le ondulazioni provocate dalla operazione di filettatura impedivano al meccanismo di scorrere bene. Cosi' ho cambiato sistema.

Ho utilizzato 25 cm di barra filettata M6 commerciale, cui ho avvitato da un lato un pomello M6 con controdado. Ho poi inserito come distanziale un tubicino cromato con foro da 6 lungo 3 cm, interponendo due rondelle da 6; infine ho chiuso dal lato opposto al pomello con rondella e dado autobloccante:

(42)



(43)


Ho poi assemblato il tutto, e provato il meccanismo:

(44)


e l'ho infilato nella base aggiungendovi il cuscino con il suo supporto:

(45)



(46)



(47)



(48)



(49)



(50)


Ho finito, adesso non resta che verniciarlo...

Di Ivano Trentin. A cura di glfaa

Postato il Friday, 20 January @ 21:47:49 CET di Ivano Trentin
 
Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!
 
Links Correlati
· Inoltre Accessori
· News by glfaa1


Articolo più letto relativo a Accessori:
COSTRUZIONE DI UN BERSAGLIO ABBATTIBILE PER ARMI AD ARIA COMPRESSA

 
Article Rating
Average Score: 5
Voti: 5


Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 
Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 
Associated Topics

Manutenzione

:: Tema adattato e rivisto da Francesco Corucci :: Ottimizzato per aria.compressa.org da NovArs - Milano - Italia ::

Per iscriversi al Portale, cioè al Sito e al Forum oppure a una sua qualsiasi sezione, è necessario accettarne incondizionatamente il Regolamento.
La registrazione al Portale o a una sua qualsiasi sezione da parte del richiedente Utente dimostra la sua piena e incondizionata accettazione del Regolamento di cui trattasi e di tutte le norme in esso contenute.
Progettazione e amministrazione del sito a cura di C. M. Leoni. Tutti i marchi e i loghi raffigurati sono di proprietà dei rispettivi Enti o Case. Tutto il resto © 2004-2005-2006-2007-2008-2009-2010-2011-2012-2013 aria.compressa.org. Tutti i commenti e gli interventi sono responsabilità di chi li effettua.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owners. All the rest © 2004-2005-2006-2007-2008-2009-2010-2011-2012-2013 aria.compressa.org. The comments are responsibility of their respective posters.
È tassativamente vietato prelevare contenuti da qualsiasi sezione del Portale e pubblicarli in altri spazi web o diffonderli pubblicamente in forma elettronica o cartacea senza il consenso scritto del Webmaster e senza citarne espressamente la fonte.
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.14 Secondi